Descrizione Progetto

Villa delle Ginestre | Torre del Greco

INVENTARIO DI COSE PERDUTE

da Inventario di alcune cose perdute di Judith Schalansky
ed. Nottetempo
traduzione di Flavia Pantanella

con
Antonello Cossia
Le cose perdute

Andrea de Goyzueta
La luna di Kinau

Rebecca Furfaro
Tuanaki

Ernesto Lama
Mani

Si ringrazia Maria Carmen Morese, direttore del Goethe-Institut di Napoli, per la scelta dei testi.

Il Goethe-Institut Neapel vi presenta una delle autrici tedesche più interessanti del presente: Judith Schalansky. Quello che vuole essere “Inventario di alcune cose perdute”, ed. da Nottetempo, è suggerito nella prefazione, vera e propria porta incantata di un libro che si apre su un’altra dimensione, diversa dalla nostra, ma non aliena. Quella delle cose che sono esistite ma che non esisteranno mai più, se non nella nostra memoria.

Un repertorio geografico immaginativo in cui protagoniste sono le parole di Judith Schalansky e fra loro quelle scelte per ripensare alle cose andate perdute, distrutte o solo dimenticate. Isole (Tuanaki), Libri (Mani), un dipinto (Fin giù al fiume) o un oggetto per la misurazione del mondo, il selenografo (La luna di Kinau). Narrazioni sospese nel disequilibrio fra assenza e presenza; cose, o solo illusioni, piccole, forse insignificanti, che solo l’immaginazione può riportare alla mente, che solo la narrazione consente lecitamente di rianimare perché la cosa narrata può esistere e allo stesso tempo essere andata perduta.

Galleria

foto PLKS

ACQUISTA IL BIGLIETTO
Vai al programma

RACCONTI PER RICOMINCIARE
percorsi di teatro dal vivo

28 maggio | 6 giugno 2021
seconda edizione

Racconti per Ricominciare è un festival diffuso di spettacoli itineranti ambientati negli spazi all’aperto di magnifici luoghi del patrimonio storico e artistico del territorio campano, ideato da Vesuvioteatro con il coordinamento artistico di Giulio Baffi e Claudio Di Palma.
Dal 28 maggio al 6 giugno, 12 siti monumentali della Campania si trasformano in suggestivi palcoscenici per 12 percorsi teatrali messi in scena prima del tramonto da oltre 60 artisti, in simbiosi con i paesaggi e le architetture che li ospitano. Anche quest’anno gli spettacoli si svolgono all’aperto, per un numero limitato di spettatori e nel pieno rispetto delle misure anti-covid, per ricominciare a vivere il teatro in totale sicurezza. Scopri il programma.