Descrizione Progetto

MozArt Box 2021 – Cultura Live

dal 19 al 24 settembre
Portici

Luoghi:
Anfiteatro di Villa Mascolo

Galoppatoio Borbonico della Reggia di Portici

Fedele all’appuntamento con il pubblico e rispettoso della propria vocazione, consolidatasi attraverso quindici anni di programmazione fantasiosa, MozArt Box torna nei luoghi storici di Portici con una proposta fitta e soprattutto (ma non solo) musicale. Sposando il marchio “Cultura Live”, promosso dalla Regione Campania, la rassegna si concede un’introduzione fuori tema, ossia teatrale, confermando la tendenza a concedere riguardo e visibilità ad artisti di fama legati, per nascita, al territorio.
Nella passeggiata musicale in cinque tappe, disegnata senza soluzione di continuità a partire dal giorno 20, troveranno invece spazio suggestioni molto variegate. Da quelle classiche e specificamente mozartiane (in omaggio al nume tutelare del festival) ad altre jazzistiche, passando per la grande canzone d’autore e privilegiando una dimensione narrativa che, a prescindere dalla natura dei contenuti, non viene mai meno, poiché appartiene alla tradizione felice di MozArt Box.
Da sempre, questo progetto concilia l’interesse dei contenuti con il fascino dei contenitori. Succede anche quest’anno, naturalmente, con la scoperta felice di due spazi finora mai concessi alle magie di MozArt Box: l’Anfiteatro di Villa Mascolo e il Galoppatoio Borbonico della Reggia di Portici. L’avventura, a dispetto di qualsiasi difficoltà, continua.

Programma

domenica 19 settembre ore 20.45
Anfiteatro di Villa Mascolo – Portici
CHE COPPIA NOI TRE!
con Biagio Izzo, Stefano De Martino, Francesco Paolantoni
Biglietti € 18 + € 2 di prevendita

lunedì 20 settembre ore 19.00
Galoppatoio Borbonico della Reggia di Portici
TUTTOMOZART
Quintetto Nuovo
Erika Gyarfas – Flavia Salerno, violini
Luca Improta, viola
Pierluigi Sanarica, violoncello
Stefano Bartoli, clarinetto
Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart
Biglietti € 5 + € 1 di prevendita

Quintetto Nuovo

Il Quintetto Nuovo nasce da un’idea artistica del clarinettista Stefano Bartoli condivisa con un gruppo di amici e colleghi dell’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli e dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Un progetto che si sviluppa dall’esperienza dei singoli, maturata nelle sale da concerto italiane e internazionali.
Il Quintetto Nuovo è stato già ospite del San Carlo, del Maggio della Musica di Villa Pignatelli e del Ravello Festival.

Programma

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)

Quartetto per archi n. 17 in Si bemolle Maggiore “La caccia”, KV. 458 (1784)

Allegro vivace assai
Minuetto moderato
Adagio
Allegro assai

Quintetto in La Maggiore per clarinetto, KV. 581 “Stadler” (1789)

Allegro
Larghetto
Minuetto e trio
Allegretto con variazioni 

martedì 21 settembre ore 20:45
Galoppatoio Borbonico della Reggia di Portici
SINE DIEZ

Musica per piedi innamorati
di Stefano Valanzuolo
Paolo Cresta, voce recitante
Nino Conte, fisarmonica
Enrico Valanzuolo, tromba
Biglietti € 5 + € 1 di prevendita

Musiche di Astor Piazzolla, Bill Evans, Enrico Valanzuolo e standard della tradizione argentina
Arrangiamenti di Enrico Valanzuolo e Nino Conte

Un tributo accorato al Pibe de Oro attraverso le parole e la musica di un padre e un figlio legati da un rapporto viscerale con il Napoli e con Napoli.
Il Napolista

Sette anni racchiusi nell’arco di un racconto a ritmo di jazz. Sette anni di emozione, amore, speranza, rabbia e gioia. Sette anni di calcio, ma non solo. Maradona e Napoli, un rapporto che neppure la morte è riuscita a scalfire. Sarebbe stato impossibile descrivere una storia così grande solo con le parole: per fortuna che esiste la musica.

Paolo Cresta

Si è formato all’Accademia d’Arte Drammatica del Teatro Bellini di Napoli. Collabora in teatro con diversi registi tra cui Renato Carpentieri, Claudio Di Palma, Luca De Fusco, Arturo Cirillo. Ha lavorato in radio con Rai International ed è stato, per Rai Educational, protagonista delle sitcom per ragazzi Tracy&Polpetta e Lab Story, e voce narrante della serie di documentari Gate C.  Per la Emons sta incidendo gli audiolibri della serie del commissario Ricciardi di Maurizio de Giovanni. È attualmente docente di Recitazione presso la Bellini Teatro Factory e di Dizione presso la scuola del Teatro Mercadante – Teatro Nazionale.

Enrico Valanzuolo

Trombettista, compositore e arrangiatore, è diplomato in Musica Jazz e in Tromba Jazz presso il Conservatorio di San Pietro a Majella. Studia con Giulio Martino, Marco Sannini, Umberto Muselli e Pietro Condorelli. Ha partecipato a masterclass tenute, tra gli altri, da Barry Harris, Fabrizio Bosso, Daniel Rotem e Roberto Giaquinto. Suona regolarmente in formazioni jazz ed è membro del gruppo di World Music “Azul”. Ha preso parte, come solista, a varie rassegne musicali e teatrali (Campania Teatro Festival Italia, Maggio della Musica, Il canto delle sirene). Nel 2020 ha formato un quintetto a suo nome, incidendo l’album Live in Macondo.

Nino Conte

È nato a Napoli, nel 1997. Studia Fisarmonica presso il Conservatorio di San Pietro a Majella. Inizia gli studi, all’età di undici anni, con Antonio Sorrentino. Prosegue, negli anni, con Walter Di Girolamo e Francesco Gesualdi. Membro attivo del gruppo di musica balcanica “ ‘O Rom “, vanta diverse collaborazioni, tra cui quelle con ‘E Zezi, Marcello Colasurdo e Daniele Sepe, con il quale partecipa all’incisione dell’album Le nuove avventure di Capitan Capitone.

mercoledì 22 settembre ore 20:45
Anfiteatro di Villa Mascolo – Portici
MAX GAZZÈ in concerto
feat. Greta Zuccoli
Biglietti € 18 + € 2 di prevendita

giovedì 23 settembre ore 20:45
Galoppatoio Borbonico della Reggia di Portici
SCONCERTUM
PianoPhonium in trio
Maurizio Baratta, pianoforte
Franco Falzarano, euphonium
Gianluca Pugliese, percussioni
Biglietti € 5 + € 1 di prevendita

PianoPhonium in TRIO

feat. Donato Cuocolo & Daniela Daf Moretto
feat. Sandro Tumolillo

PianoPhonium è la sintesi di due strumenti – Pianoforte ed Euphonium – e dei due artisti che li rappresentano.
La “strana coppia” si muove sulla scena partendo dalle origini sonore specifiche dei singoli strumenti inoltrandosi verso percorsi musicali e scenici sempre più elaborati e… acrobatici. La presenza del giovanissimo Gianluca Pugliese alle percussioni, formatosi nel Progetto di formazione orchestrale Sanitansamble del rione Sanità a Napoli, evidenzia l’attenzione dei due musicisti al mondo giovanile.

Donato Cuocolo & Daniela Daf Moretto
Il maestro Donato Cuocolo è presidente dell’associazione NapoliTango, balla e insegna da 25 anni ed ha partecipato nel 2006 al Campionato Mondiale di Tango a Buenos Aires in Argentina, vincendo le finali a Roma.
Insieme a Daniela Daf Moretto, ballerina di danza classica di origini argentine diplomata all’Ente Accademico Nazionale Dia di Roma, balla in coppia e ne condivide Esibizioni, Corsi e Serate Danzanti.
Sono stati, tra le tante collaborazioni prestigiose, ballerini ufficiali del tour italiano di Claudio Baglioni.

Sandro Tumolillo

Sandro Tumolillo, violinista e performer, vanta collaborazioni con Pino Daniele, Paola Turci, Tullio De Piscopo, Massimo Ranieri, Lionel Richie, Demis Roussos, Milva, Eduardo De Crescenzo, Peppe Barra, Roberto De Simone, Tato Russo e, da ultima, la partecipazione alla Fiction Rai “Il Commissario Ricciardi”

Programma

“Arie”

^^^^^^^
Homage a Morricone: da Nuovo Cinema Paradiso a …
Celebrando Piazzolla nel 100° anniversario della nascita: Valsisimo

^^^^^^^
In Progressive Mood: Pink Floyd, Perren & Fekaris, Queen Fantasy, PFM

^^^^^^^
Bis: a Voi piacendo

venerdì 24 settembre ore 20:45
Galoppatoio Borbonico della Reggia di Portici
TANDEM
Fabrizio Bosso, tromba
Julian Oliver Mazzariello, pianoforte
Biglietti € 10 + € 1 di prevendita

Tandem, ovvero la musica condivisa

Ci sono due modi di fare le cose insieme: perseguire strade parallele che portano alla stessa meta, oppure pedalare all’unisono. Quest’ultima è la scelta che hanno fatto Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello, e il primo album insieme, intitolato Tandem e pubblicato nel 2014, testimonia di un’unione iniziata sul palco ma capace di trascendere, ben presto, le regole delle classiche collaborazioni. In diciassette anni il rapporto di fraterna amicizia tra i due musicisti e il loro approccio condiviso con la musica, totalmente libero da schemi, hanno rinsaldato quel sodalizio, fino a trasformarli in un’unica voce.
Nel linguaggio che Bosso e Mazzariello propongono, si coglie tutta l’essenza del loro credo musicale: è un incrocio di anime, quello che si crea, non semplicemente di due strumenti. Emerge, tra le note, il senso di un’intima complicità esecutiva che si riflette in un rodato interplay capace di sprigionare tanta energia, tanto nei brani più carichi di brio e groove, quanto nelle ballad. Ogni concerto del duo è dunque un viaggio magico, in una miscela di tensioni e distensioni, improvvisazioni immaginifiche, lirismo ed energia pura, che cattura inevitabilmente l’ascoltatore.

Fabrizio Bosso

Dotato di una tecnica strumentale ineccepibile e di un lirismo capace di far risuonare le corde più profonde nell’anima di qualsiasi ascoltatore, Bosso ha sviluppato la propria crescita artistica e la propria carriera confrontandosi con tutti i generi musicali, pur rimanendo sempre fedele ad una sana e orgogliosa radice jazzistica. Rigoroso e instancabile si esibisce sui palchi di tutto il mondo, portando con sé una grande ricchezza melodica e quella cantabilità autenticamente italiana che rende il suono della sua tromba unico e immediatamente riconoscibile.

Julian Oliver Mazzariello

Nasce a Hatfield, in Inghilterra. A otto anni assiste a un concerto di Miles Davis che gli cambia la vita. Da allora collabora con artisti italiani diversi fra loro, da Lucio Dalla a Enrico Rava, da Roberto Gatto a Fiorella Mannoia e Eduardo de Crescenzo, mettendo a frutto una versatilità innata, coltivata da sempre. Partecipa alla nascita del High Five Quintet (dove conosce e stringe amicizia con Bosso). Tra i progetti a suo nome va ricordato Profile. Con Bosso stringe negli anni una collaborazione straordinaria sul piano musicale e umano: insieme, i due pubblicano l’album Tandem.

MozaArt Box 2021 è un festival finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del progetto Cultura Live, finanziato e organizzato dal Comune di Portici, in collaborazione con il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli.


consulenza musicale di

Stefano Valanzuolo

organizzazione
Vesuvioteatro.org

Biglietteria

I biglietti per gli spettacoli del MozArt Box 2021 – Cultura Live sono acquistabili in prevendita e al botteghino dei luoghi di spettacolo, previa disponibilità. Per assistere agli spettacoli è obbligatorio esibire il GreenPass.

Prevendite

Marina HI-FI
Via Libertà, 16 – Portici
tel. 081 776 7362

Tabaccheria Fernandes
Piazza Gravina, 15 – Portici
tel. 081 775 3094

Tabaccheria Aramis Bassi
Corso Garibaldi, 228 – Portici
tel. 081 48 14 20

Infoline

tel/whatsapp: 338 406 58 94
www.comune.portici.na.it
www.vesuvioteatro.org

Indirizzi

Anfiteatro di Villa Mascolo – Portici
via Scalea, 42 – Portici

Galoppatoio Borbonico della Reggia di Portici
Via Università, 100 – Portici

Seguici su

Facebook
Instagram

Il manifesto del MozArt Box 2021 – cultura live